Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

***

***
Benvenuti a bordo della 500 Arcobaleno, sulla quale potrete fare un giro nel mio blogghino, spulciando tra pensieri, artigianato e passioni di Uapa =^.^=

Welcome aboard the Rainbow 500, in which you can visit my little blog, going through Uapa's thoughts, handicraft and passions
=^.^=

Pagine

giovedì 29 aprile 2010

> Ho paura - I'm afraid

Come accade ogni tanto, Uapa sta nuovamente per mostrare a tutti quanto è coraggiosa, preparandosi a prendere l'aereo che la porterà da Steve, con la dignità che si addice ad una vera Lady. :-)
...
Nooo! Non è verooo! XD
Ho sempre paura dell'aereo e non riesco proprio a mandarla via! >w<
Nemmeno stavolta! XO
Mannaggia ç_ç
Beh, ci vediamo Martedì... Spero! XP


As sometimes happens, Uapa is going to show everyone, again, how brave she is, getting ready to take the plane that will take her to Steve, with the dignity of a real Lady. :-)
...
Nooo! It isn't true! XD
I'm still afraid of the plane and I can't chase it away! >w<
Neither this time! XO
Uff ç_ç
Well, I'll see you on Tuesday... Hopefully! XP

mercoledì 28 aprile 2010

> Call me naif, but love is for free - Chiamatemi ingenua, ma l'amore è gratis

Certo che la traduzione di questo verso dei Pet Shop Boys in Italiano perde proprio tanto... Quello che invece non smette mai di essere vero è il senso di questa lettera che ho trovato sul blog di Fataluna...

Una sera, mentre la mamma preparava la cena, il figlio undicenne si presentò in cucina con un foglietto in mano. Con aria stranamente ufficiale il bambino pose il pezzo di carta alla mamma, che si asciugò le mani con il grembiule e lesse quanto vi era scritto:

per aver strappato le erbacce dal vialetto: 1 Euro
per aver riordinato la mia cameretta: 1,50 Euro
per essere andato a comprare il latte: 0,50 Euro
per aver badato alla sorellina (tre pomeriggi) : 3 Euro
per aver preso due volte "ottimo" a scuola: 2 Euro
per aver portato fuori l'immondizia tutte le sere: 1 Euro
Totale: 9 Euro.


La mamma fissò il figlio negli occhi teneramente. La sua mente si affollò di ricordi. Prese una biro e, sul retro del foglietto, scrisse:


Per averti portato in grembo 9 mesi: 0 Euro
Per tutte le notti passate a vegliarti quando eri ammalato: 0 Euro
Per tutte le volte che ti ho cullato quando eri triste: 0 Euro
Per tutte le volte che ho asciugato le tue lacrime: 0 Euro
Per tutto quello che ti ho insegnato giorno dopo giorno: 0 Euro
Per tutte le colazioni, i pranzi, le merende, le cene, e i panini che ti ho preparato: 0 Euro
Per la vita che ti do ogni giorno: 0 Euro.


Quando ebbe terminato, sorridendo la mamma diede il foglietto al figlio. Quando il bambino ebbe finito di leggere ciò che la mamma aveva scritto, due lacrimoni fecero capolino nei suoi occhi. Girò il foglietto e sul suo conto scrisse: "Pagato" .
Poi saltò al collo della madre e la sommerse di baci.
Quando nei rapporti personali e famigliari si cominciano a fare i conti, è tutto finito.

"L'amore o è gratuito o non è amore" .



Well this Italian translation of a Pet Shop Boys line looks horrible... What's lovely, instead, is this letter I found on Fataluna's blog...


One evening, while the mum was cooking dinner, the 11 years old son went in the kitchen with a little piece of paper in his hands. In a strangely official way the child gave the piece of paper to his mum, who dried her hands with the apron and read what was written on it:


for taking off weeds from the alleyway: 1 Euro
for tiding my room: 1,50 Euros
for going out to buy milk: 0,50 Euros
for looking after sister (three afternoons) : 3 Euros
for having "excellent" valutation at school twice: 2 Euros
for taking out garbage every evening: 1 Euro
Total: 9 Euros.


The mum sweetly looked in her son's eyes. A lot of memories filled her mind. She took a pen and, on the back of the piece of paper, she wrote:


For carrying you in my womb 9 months: 0 Euros
For all the nights I spent looking after you when you were ill: 0 Euros
For all the times I hugged you when you were sad: 0 Euros
For everytime I dried your tears: 0 Euros
For all the things I taught you day after day: 0 Euros
For all the breakfasts, the lunches, the snacks, the dinners, and the sandwiches I cooked for you: 0 Euros
For the life I give you every day: 0 Euros.


When the mum finished, smiling she gave the piece of paper to her son. When the child finished reading what his mum wrote, two big tears came in his eyes. He turned the piece of paper and on his bill he wrote: "Paid". Then he hugged his mum and covered her with kisses.
When in personal and family relationships you start reckon, everything is over.


"Love is for free or it isn't love" .

> Estate - Summer

Sì, lo so che ufficialmente non è ancora arrivata, però... Ormai la sento troppo vicina!
Quindi... Eccovi un bel disegno estivo che ho fatto con l'ausilio del caro vecchio Paint!

Yes, I know it's not here yet, but... I feel it sooo close!
So... Here it's a summer drawing I made with the old dear Paint!

                                                          

lunedì 26 aprile 2010

> Wikipedia (per ora solo in Italiano - as for now just in Italian)

Dedicato a chi pensa che Wiki sia "solo" un'enciclopedia, il più delle volte troppo seriosa e per niente avvincente.

Ho trovato un'articolo degno di una soap-opera sudamericana, che ha per protagonisti dei personaggi con dei nomi... Beh, degni di nota!


Tutto inizia nel ben noto regno di Neustria, dove il re-playboy Chilperico I decide di ripudiare sua moglie Audovera, in favore di Galsuinda, sorella di Brunechilde (moglie di suo fratello Sigeberto I, re di Austrasia).
Un buon inizio, mi pare!
Ma ecco che una nuova favorita fa breccia nel cuore di Chilperico: la bella schiava Fredegonda, che lo convince a far uccidere Galsuinda per poter coronare insieme il loro sogno d'amore.
Sì, vabbe', questo sarà causa di sanguinose guerre fra i due regni, ma vuoi mettere?!
Sconfitto più volte, Chilperico accetta l'offerta di Sigeberto, mediata dal fratello Gontrano: i territori di Galsuinda diventeranno patrimonio di Brunechilde.
Inoltre, i due sovrani non sono di quei tipi che portano rancore, così, con un omaggio-sorpresa, Chilperico e Fredegonda spediscono a Sigeberto anche un paio di efficienti sicari, che gli permettono di ricongiungersi con la compianta cognata...
Visto l'andazzo delle cose, preoccupata per la sorte dei propri figli, Fredegonda decide che "Fatto 30, si può fare anche 31", così fa uccidere i figli di primo letto di Chilperico: Meroveo (nel frattempo divenuto marito di Brunechilde) e Clodoveo; inoltre fa esiliare un tale che aveva celebrato il matrimonio fra Meroveo e Brunechilde, e che, con un nome del genere, poteva davvero fare solo il sacerdote: Pretestato.
Finalmente una notizia positiva allieta la vita di corte: la nascita del piccolo Clotario II!
Sfortunatamente, però, il re Chilperico muore poco dopo, fra le voci delle solite malelingue, insinuanti che sia stata proprio Fredegonda a farlo uccidere, per garantire la reggenza al trono a suo figlio.
Gontrano nel frattempo nomina come erede al trono di Borgogna Childeberto II, figlio di Brunechilde e Sigeberto, e si impegna a proteggere Fredegonda, vittima ingiustificata delle maldicenze dei soliti invidiosi.
CASUALMENTE, però, Gontrano muore e, guarda un po' il caso, Fredegonda invade la Borgogna...

Insomma, che dire... Che storia ragasssi!
Mi si è ribaltato il mouse per lo stupore!
Spero tanto non prendiate questo articolo come fonte di ispirazione per scegliere i nomi dei vostri figli... Sappiate che io non mi assumo nessuna responsabilità! XD
Buon Lunedì a tutti! ;-)

sabato 24 aprile 2010

> Collane - Necklaces


Per molto tempo sono stata indecisa se aprire un nuovo blog da dedicare ai miei lavoretti o no... Ma, dato che non sempre ho il tempo per dedicarmi a loro con costanza, e, dato che già il mio primo blog con questo scopo è rimasto tristemente abbandonato, insomma, date tutte queste cose, mi sono sempre frenata...  Finalmente oggi ho preso una decisione: dedicherò loro un post a settimana!
Non un blog intero dunque, ma una specie di rubrica settimanale XD
E comincio oggi con tre collane in diverse varianti del mio colore preferito: il giallo :-)

For a long time I couldn't decide if open another blog, dedicating it to my little works or not... But, cos I don't always have time to work on them constantly, and, cos my old blog I used for that was sadly abandoned, well, cos of all these things, I always stopped myself...
Finally today I made my mind up: I'll dedicate them a post every week!
So, not an entire blog, but a sort of weekly article XD
And I'm starting today with three necklaces in different variations of my favourite colour: yellow :-)



                                    

Sono tutte e tre regolabili. La prima è composta da semplici cerchietti che ho legato con il laccio... E non so neppure io come li ho legati! XDYou can choose the lenght of them all. The first one is made with simple circles I tied up with the lace... And I don't really know how I made those knots! XD
                                       
                                 
Questa è la mia preferita, gialla gialla ^^ E le perline ricoperte col lavoro a maglia sono deliziose ^^This is my favourite one, yellow yellow ^^ And beads covered with knitted work are lovely ^^ Knitted? ^^'                                   
                                     
Dopo aver consumato chilometri di laccio, tentando di farlo passare per un buco troppo piccolo, ho deciso di usare quel po' che rimaneva semplicemente legandolo così XD La pietra pomice è leggerissima :-)After wasting miles of lace, trying to make it fit a too little hole, I decided to use the remaining lace just by tiding it this way XD The pumice stone is sooo light :-)

Aspetto fiduciosa la vostra opinione, che per me è importantissima, qualunque essa sia! :-)
I wait with hope your opinion, that's really important for me, whatever it is! :-)

venerdì 23 aprile 2010

> Notizie "a doppio taglio" - "Double faced" news

Buona notizia: i Pet Shop Boys tornano in Italia!Cattiva notizia: i cari Neil e Chris hanno ben pensato di ambientare il loro unico concerto Italiano a Pavia (giusto un pelo fuori mano, ma va bene, avrei "bissato" l'ammazzata di Milano) e proprio quando io sarò in Inghilterra, il prossimo 23 Giugno.
Quindi, in realtà, 'sta cosa non è che mi faccia tanto felice! :-S
Altra buona notizia: mi stanno per proporre un lavoro molto importante, che probabilmente mi darà uno stipendio più alto!
Altra cattiva notizia: forse mi toglierà anche il Sabato libero...
Il lavoro non mi spaventa, ma capperi, il fine settimana (tra l'altro, un fine settimana ogni morte di Papa) è l'unico momento in cui posso vedere il mio Steve :-S

Insomma, tante notizie "a doppio taglio"... Aiuto :-(
Good news: Pet Shop Boys are coming back to Italy!
Bad news: dear Neil and Chris decided to do their only Italian concert in Pavia (a bit far, but, ok, I could repeat the tiring experience of Milan) and just when I'll go to England, next 23 June.
So, this thing doesn't really make me that happy! :-S
Other good news: they're going to ask me if I want a very important job, that will probably give me a better salary!
Other bad news: maybe it'll "steal" the free Saturday... 
I'm not scared of working, but weekends (rare ones too) are the only times when I can meet my Steve :-S
So, a lot of "double faced" news... Help :-(

giovedì 22 aprile 2010

> Giornata della Terra - Earth Day


Un giorno dedicato alla Terra che ci ospita.

Un pianeta immenso e rigoglioso, così ricco di vita, che troppo spesso la diamo per scontata.
Guardatelo lì, il "nostro" piccolo pianeta azzurro, tutto solo laggiù: non sarà ora di cominciare a prenderci cura di lui?


A day dedicated to the Earth, where we're guests.
A huge and luxuriant planet, so full of life, that too often we take it for granted.
Look at it, "our" little blue planet, all alone there: it's time to start caring about it, isn't it?

mercoledì 21 aprile 2010

> Uno dei miei profumi preferiti - One of my favourite scents

                                

Ecco, se vedete una che, dopo averlo annusato, salta allegra vicino alla pianta, con gli occhi a cuoricino , sono io!
If you see someone who, after smelling it, jumps happily around the plant, with hearty shaped eyes, well, it's me!

> Buon Compleanno, Roma! - Happy Birthday, Rome!

Già già già!
Stando alla leggenda, il 21 Aprile del 753 a.C. nasceva la mia città!
Beh, a parte qualche acciacco, bisogna riconoscere bene che non dimostra tutti gli anni che ha! ;-)
Auguri, cara Roma :-)
Vi lascio con una foto di Roma un po' insolita, presa da questo sito pieno di immagini bellissime!

Yes, yes, yes!
The legend says my city was born on 21 April 753 b.C. !
Well, apart from some bruise here and there, we must recognise it doesn't look that old! ;-)
Congratulations, dear Rome :-)
And here there's an unusual picture of Rome, took from this site full of great pictures!



Riuscite a riconoscere la cara vecchia Stazione Termini?! ;-)
Can you recognise the dear old Termini Station?! ;-)

martedì 20 aprile 2010

> Due dolci opposti - Two sweet opposites

Andando alla fermata dell'autobus, ho incrociato un vecchietto.
Piccino e un po' stortignaccolo, camminava insicuro, sorreggendosi al suo bastone di legno, che dava l'impressione di essere più robusto di lui.
Tutto solo, faceva passetti piccoli e traballanti.
Insomma, un vecchietto come ce ne sono tanti...
Però lui mi ha colpita, perché in una mano aveva un mazzolino di violette, di quelle piccole, che crescono spontaneamente nei nostri giardini, e l'ho guardato come fosse stato un bambino che aveva raccolto dei fiorellini per la sua mamma.
Sono rimasta a guardarlo per un po', finché non l'ho visto girare l'angolo, tutto chiuso nel suo silenzio.
Mi ha fatto tanta tenerezza che sarei corsa ad abbracciarlo!
E invece sono rimasta lì...
L'autobus arriva e, qualche fermata dopo, risuona della voce di una vecchietta molto energica: 90 anni portati benissimo, cammina spedita e sicura sul 90, che sballonzola minaccioso ad ogni buca!
Si siede accanto a noi e parliamo un po': "Ho passato la guerra, non mi spaventa più nulla!".
Sempre sorridente, ci mostra le sue foto, che tiene un po' stropicciate ed ingiallite nel portafogli, ed un tesserino con tutti i suoi dati: "Sapete, io sono sola e potrei morire da un momento all'altro... Il tempo passa, alla mia età devo cominciare a pensarci!Beh, io scendo qui! Auguri e arrivederci!".

Going at the bus stop, I saw an old man.
So little and a bit croocked, he walked unsure, holding his wooden stick, that looked stronger than him.
All alone, he took little and shaking steps.
An old man like many others you can see, actually...
But I noticed him, cos in one of his hands he was holding a little bunch of violets, the little ones that grow in our gardens, and I watched him like if he was a baby who was bringing little flowers to his mum.
I kept watchng him for a while, until he turned the corner, closed in his silence.
He looked so sweet, I felt like running there and hug him!
But I didn't move at all instead...

The bus arrived and, few stops later, it was full of the voice of a vigorous old woman: 90 years old, but looking really younger, she walked quickly and sure on the bus number 90, that jumped in a threatening way on every hole in the street!
She sat with us and started talking: "I experienced the war, nothing can scare me anymore!" .
Always smiling, she showed us her pictures, kept creased and yellowed in her purse, and an identification badge with informations about her: "You know, I'm alone and I could die in every moment... Time runs away and by now I must start thinking about it! Well, this is my stop! I wish you nice things, see you!" .

venerdì 16 aprile 2010

> Braccialetti Fimo Murrine - Fimo Canes Bracelets

Vi ricordate quella perlina a cui avevo attaccato tutte quelle murrine di fiori rosa?
A lei ne sono seguite tante altre... Purtroppo ho terminato il filo elastico, quindi sono riuscita a fare solo due braccialetti, che però sono già al polso di una graziosa bambina, figlia di una persona che lavora nel mio stesso pazzo ufficio (ecco perché sono così piccini ^^ ) !
Gli altri bracciali, invece, sono ancora nei miei pensieri... Ma appena li avrò finiti ve li mostrerò subito, così potrete darmi la vostra opinione, che è sempre gradita! :-)
PS: Lo splendido sfondo è gentilmente offerto dall Atac, in collaborazione col Comune di Roma! XD


Do you remember that bead covered with slices of pink flowers cane?
I made a lot of other canes after that one... Unfortunately I finished the elastic cord, so I could make just two bracelets, that already belong to a lovely child, daughter of a woman who works in my same crazy office (that's why they're so little ^^ ) !
The other bracelets, instead, are still just in my mind... But when I finish them I'll show you, so you can give me your opinion, which is always well accepted! :-)
PS: The wonderful background is gently offered by Rome and its public transport company! XD


giovedì 15 aprile 2010

> Give away ecologico! - Ecological give away!


Alessia, dell'interessante blog Beads and Tricks, ci ricorda che il 22 Aprile è la Giornata Mondiale della Terra!
Un giorno per ricordare questo splendido pianeta che ci ospita con un give away ecologico: il premio in palio infatti è un bellissimo bracciale, realizzato al 100% di materiali riciclati!
Per partecipare basta andare sul blog e lasciare un commento, descrivendo il nostro piccolo contributo ecologico alla salvaguardia del pianeta: in fondo anche l'oceano è fatto di tante piccole goccioline, no?
:-)
Alessia, from the interesting blog Beads and Tricks, reminds us that on 22 April is the World Day of Earth!
A day to remember this wonderful planet where we live, with an ecological give away: the winner will receive a beautiful bracelet, entirely made of recicled materials!
To partecipate you just have to go on the blog and leave a comment under the article, describing your little ecological help to protect the planet, because... Even the big ocean is made of a lot of little drops, right?
:-)

> Give away!


Incrocio le dita per tentare di vincere un premio delizioso messo in palio da Sara di Bijoux Mon Amour! Partecipare è semplice, basta andare sul suo bellissimo blog e rispondere a qualche domanda... Io, curiosa come sono, non potevo che andare a dare un'occhiata... E voi, che fate?
;-)


Fingers crossed, I'm trying to win a something lovely that Sara of Bijoux Mon Amour will give to the winner of her give away!
To partecipate you just need to go to her really beautiful blog and answer some question, simple really... I was too curious to resist, so I ran there... What about you? ;-)

martedì 13 aprile 2010

> 2) Tentare di far capire ad un animale che può fidarsi e che vuoi aiutarlo, e riuscirci! - 2) Try to make an animal understand he can trust you and you want to help him, and manage to do that!

Questa è la favola vera di una delle tante gatte randagie di Roma.
Ed è una delle storie che mi sono più care, perché la gatta in questione è Pepe, una dolcissima Korat che vive nel giardino sotto casa mia.

Ricky, un'eccezionale micia rossa, era stata fatta sparire da qualche tempo ormai, e la siamese 'Cina e il suo fedele nero e bianco Duracell avevano trovato una casa sicura, con un grande giardino e tanti altri compagni di giochi.
E così ora un nuovo gatto aveva cominciato ad aggirarsi per il nostro giardino, esplorando con cautela un nuovo territorio.
Il gatto in questione era proprio lei, che mi colpì subito per via del suo colore grigio argentato, e non avevo mai visto un randagio così. Somigliava proprio al vecchio certosino di mia zia che si chiamava appunto Pepe, da cui il nome che le diedi. Solo che i suoi occhi non erano ambrati come quelli di un certosino, erano invece di un bel verde smeraldo.
Da brava gattara provai ad avvicinare quello spettacolo, ma la micia scappò via soffiando e ringhiando!
Tornava spesso nel giardino, mangiava quello che le davo, anche se con diffidenza, giocava con i gomitoli che le lasciavo, ma appena mi vedeva correva via, soffiando con ferocia, e ci separavano sempre almeno una decina di metri.
Per me che letteralmente amo il contatto delle mani col pelo soffice dei gatti era un dramma: non riuscivo a farle capire che poteva fidarsi di me, che non le avrei fatto del male, che l'avrei ricoperta di coccole se solo avesse voluto. Che non l'avrei obbligata a fare nulla, che l'avrei aspettata una vita pur di accarezzarla e sentirla fare le fusa o anche solo per vederla un po' più vicina a me, senza leggere la paura nei suoi occhi.
Ormai erano passati parecchi mesi e la situazione era sempre la stessa, tranne per un particolare: Pepe era in attesa della sua prima cucciolata e la sua panciotta era diventata sempre più tonda... "Capirai, mi soffiava prima che non aveva dei cuccioli da difendere... Come minimo ora mi salterà addosso, ammesso che torni qui! Certo non mi chiamerà come Ricky, che mi aveva cercata per starle vicino durante il parto..." ... Ed ogni tanto questo pensiero mi passava per la mente, fin quando...
Beh, quella sera non la scorderò mai.
Fuori era buio, da qualche ora pioveva e quella che era iniziata come una semplice pioggia si era ormai trasformata in un temporale coi fiocchi.
Poi, coperto dallo scroscio dell'acqua e dal rumore dei tuoni, avevo sentito qualcosa. Un suono forte e allo stesso tempo piccolo... Piccolo... Giovane, troppo! Appena nato! "I gattini! Mamma, quello era un miagolio, sono i gattini, Pepe ha partorito!".
E non scorderò mai la corsa alla finestra per cercare di intravedere qualcosa, da debita distanza "Là, sotto quel cespuglio! Ma possibile che Pepe non li porti in un posto più riparato?!" . Ma Pepe non sapeva cosa fare, in fondo lei non aveva mai sentito il bisogno di ripararsi e ora non sapeva come aiutare quei micini che urlavano con tanta forza! Guardava loro e me, in finestra, con un muso spaventato e confuso.
Era arrivato il momento di fare qualcosa "Forse mi salterà in faccia, ma ci devo provare :-S " .
Non so da dove, ma sbucò fuori una scatola. L'avevo resa impermeabile avvolgendola in una bustona e a momenti ero rotolata sulle scale per la fretta di arrivare giù!
In giardino, sotto quel cespuglio, c'erano Pepe e i suoi gattini, zuppi di pioggia. In mente avevo l'immagine fissa di Pepe che tentava di cavarmi gli occhi per difendere i suoi cuccioli, eppure man mano che mi avvicinavo lei non accennava un movimento "Ecco, adesso mi soffia, poi mi ringhia, poi mi assale!" e invece rimaneva lì, miagolando piano, impaurita, ma decisa a rimanere ferma.
Ormai ero accucciata vicino a lei e, col cuore a mille, ma tentando di non tradire l'emozione, presi i micini uno ad uno, lentamente, per metterli nella scatola su un panno caldo, parlandole con la voce più dolce che avevo per rassicurarla. Sempre lentamente spostai la scatola in un posto asciutto e tranquillo.
Pepe non mi aveva tolto gli occhi di dosso neppure un momento, aveva seguito ogni mio passo, ogni mio gesto. Annusò la scatola e i suoi gattini e li leccò un poco: che sollievo, li riconosceva ancora!
Si fermò ancora una volta a guardarmi coi suoi occhi limpidi e verdi, che ora avevano cambiato espressione, e cominciò a muoversi verso di me; ormai mi era quasi addosso e poi...
"Purrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr" .


This is the true story of one of the many stray cats of Rome.
And it's a really dear story to me, cos the cat I'm talking about is Pepe, a really sweet Korat who lives in the garden near my house.
Since some years someone took away Ricky, a great ginger female cat, while the siamese 'Cina and her black and white friend Duracell found a safe home, with a big garden and a lot of cat/dog-friends.
So now a new cat started walking in our garden, carefully exploring a new territory.
The cat was her, I noticed her immediately cos of her silver grey colour, I never saw a stray cat like that. She really looked like the old chartreux my aunt had, actually called Pepe, from which I took the name. But her eyes weren't amber like those of a charteux, they were instead green like emerald.
Like a good gattara (woman who feeds stray cats) I tried to get close to that wonderful cat, but she ran away hissing and growling!
She often came back to the garden, she ate what I gave her, even if without trusting me much, she played with the ball of whool I left her, but as soon as she noticed me she ran away, hissing ferociously, and there were always at least some ten metres between us.
I love to touch cat's soft fur, so for me it was a tragedy: I couldn't manage to make her understand she could trust me, that I would have never hurt her, that I would have gave her a lot of cuddles if only she wanted to. That I wouldn't have force her to do anything, that I would have waited for a lifetime to stroke her and hear her purring or even just to see her close to me, without reading fear in her eyes.
Months passed and the situation was still the same, apart from one thing: Pepe was nearly becoming a mum and her belly became more and more round... "Good, she already hissed at me when she didn't have cubs to protect... Now, if she'll ever come back, she'll jump on me! For sure she won't look for me when she's going to have kittens, like Ricky did..."... And every now and then this thought came in my mind, until when...
Well, I'll never forget that evening.
It was dark outside, it didn't stop raining for some hours and that simple rain was becoming a big storm.
Then, covered by the noise of the rain and thunder, I heard something. A strong, but also small sound... Small... Young, too young! Newborn! "Kittens! Mum, they're meowing, kittens are meowing, Pepe gave birth to her kittens!".
And I'll never forget how I ran at the window to try to see something, from a safe distance "There, under that bush! Oh, how is it possible that Pepe doesn't move them in a safer place?!" . But Pepe didn't know what to do, she never felt like she needed to repair from rain and she didn't know how to help those kittens who screamed with so much strenght! She looked at them and at me, at the window, with a scared and confused face.
It was time to do something "Maybe she'll jump on my face, but I must try to do something :-S " .
I don't know where that box came from. I made it waterproof by wrapping it in a plastic bag and I nearly fell from the stairs to arrive immediately in the garden!
There, under that bush, there were Pepe and her kittens, all wet of rain. In my mind I still had the picture of Pepe jumping on my face to defend her cubs, and yet, while I was approaching, she didn't make a move "I know, she's going to hiss at me, then she'll growl, then she'll attack!" , but she kept staying there, meowing softly, scared, but determinate to not move.
Now I was sitting near her and , with my heart beating so fast, but trying to not show her my excitement, I took the kittens one by one, slowly, to put them in the box on a warm cloth, talking to her with the sweeter voice I had to reassure her. Still slowly I moved the box in a dry and quiet place.
Pepe kept watching me all the time, following every step I took, every movement I made. She smelled the box and her kittens and licked them a bit: oh good, she still recognised them!
Once again she stopped looking at me with her limpid green eyes, that now had a different expression, and she started approaching me; she was nearly touching me and then...
"Purrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr".

giovedì 8 aprile 2010

> Murrine di Fimo - Fimo canes



Finalmente!
Dopo secoli di tentativi che avevano dato vita a cose ehm diciamo non proprio belle, finalmente sono riuscita a fare una murrina-fiore, usando persino la tecnica Skinner Blend!
Lo so, non è che sia questa grande impresa, ma dopo tante volte che ci provavo, riuscire a capire come fare è stata una bella soddisfazione!


Finally!
After centuries I tried doing this, creating some ehm not really nice things, finally I could make a flower cane, even using the Skinner Blend technique!
I know, it's not something that great, but it's a big satisfaction for me, cos I could never do that!



Ecco cosa ho deciso di farne per ora... Che ne dite?
:-$
That's what I'm doing with them now... What do you think about it? :-$

mercoledì 7 aprile 2010

> Quale principessa Disney sei? - Which Disney princess are you?

Dunque, ho fatto questo test per ben tre volte.
La prima volta è saltato fuori che sono Belle de La Bella E La Bestia... E mi spiace per lei, ma non che mi fosse così simpatica :-S
Così ho ripetuto il test dopo qualche giorno, ottenendo una nuova risposta: "Tu sei la coraggiosa Mulan!"... "Uhm... Mannaggia la miseria, mi tocca vedere Mulan per sapere se mi piace o no...!" .
Oggi ho nuovamente provato a fare il test... Sono Ariel, la Sirenetta.
Ma... Che voi sappiate... Dory, di Alla Ricerca Di Nemo, è compresa nelle principesse Disney?! Lei sì che mi rappresenta bene! ;-)
PS: Scusate il ritardo, ma... Buona Pasqua XD


Well, I did this test three times.
The first time the result said I'm Belle of Beauty And The Beast... And I'm sorry for her, but I don't really like her that much :-S
So I repeated the test few days after, having a new answer: "You're the brave Mulan!" ... "Uhm... Oh no, I'll have to watch Mulan to know if I like her or not...!" .
Today I tried again to do the test... I'm Ariel, the Little Mermaid.
Ehm... Do you know if Dory, the blue fish of Finding Nemo, is considered a Disney princess?! Cos I think she'd be perfect to describe me! ;-)
PS: Sorry for delay, but... Happy Easter XD